mercoledì 21 giugno 2017

Angoli nascosti della laguna




bragosso




  il modo migliore per scoprirli è in buona compagnia a bordo di un bragosso....



l'idea magnifica di visitare parte della laguna veneziana e di Jesolo a bordo di un bragosso (bragozzo) l'ha avuta il presidente del "Club Magnar Ben" Maurizio Potocnik che, 
in occasione della premiazione e cena di gala a Jesolo,
 ha pensato di invitare il gruppo dei giornalisti 
(e una fortunata foodblogger.....) a visitare il giorno dopo alcune isole per una gita alla scoperta di luoghi e sapori tipici di questa zona
al timone del bragosso Francesco Burlando che ci ha intrattenuti piacevolmente
raccontandoci la vita in laguna 

noi naturalmente a bordo del bragosso non ci siamo fatti mancare del buon vino
si  brinda con Fiorentino Sandri di Pojer e Sandri...
con il presidente  AIS Antonello Maietta

a bordo del bragosso

e i più temerari hanno ballato a prua...

a bordo del bragosso

a bordo del bragosso

con noi anche la troupe di Canale5 con Gioacchino Bonsignore
presto nella rubrica "Gusto" si parlerà del nostro tour

a bordo del bragosso

il cielo un pò grigio non ha minimamente offuscato il nostro buonumore
e il sole a tratti è anche spuntato....


 Le barene sono terreni tipici delle lagune, periodicamente sommersi dalle maree. Il nome barena deriva dal veneto "baro"  che significa cespuglio o un ciuffo d'erba.
La laguna ha un'estensione di 550kmq
di questi solo l' 8% è occupato da isole
l'12% è permanentemente coperta d'acqua e
 l'80% è composta da barene e paludi d'acqua salata




barene

Le barene sono importantissime dal punto di vista ecologico: contribuiscono a favorire il ricambio idrico, limitano l'impatto delle maree sul livello dell'acqua, moderano l'azione del moto ondoso, ospitano  una caratteristica vegetazione e una ricca avifauna. 
Le erbe spontanee sono state l'ingrediente principale della nostra cena
 ve ne parlerò più tardi...

Se però le barene dovessero venir meno, verrebbe messo in serio pericolo tutto l'ecosistema lagunare 

Divenuta patrimonio dell'Unesco dal 1987
la laguna attira un sempre maggior numero di turisti che 
apprezzano la pace , i percorsi naturalistici da fare in bicicletta e la buona cucina

barene

passiamo davanti a Burano con le sue caratteristiche case colorate

Burano

 attracchiamo davanti al ristorante "Venissa" nell'isola di Mazzorbo
eravamo attesi per un piccolo spuntino....

Qui ha lavorato tempo fa  Antonia Klugmann,
 la chef  stellata triestina che ha preso il posto di Carlo Cracco in Masterchef
adesso Antonia Klugmann è chef  del ristorante "L'Argine" di Vencò,
sul Collio goriziano


Ristorante "Venissa" isola di Mazzorbo

Ristorante "Venissa" isola di Mazzorbo

Venissa si trova in mezzo alle vigne, 0,8 ettari piantati a dorona
vitigno autoctono a bacca bianca

Ristorante "Venissa" isola di Mazzorbo i vigneti di Dorona

qui tra erbe selvatiche, meli, peri e filari 
abbiamo assaggiato qualche sfizioso finger food

Ristorante "Venissa" isola di Mazzorbo

Ristorante "Venissa" isola di Mazzorbo

Ristorante "Venissa" isola di Mazzorbo

poi siamo risaliti sul bragosso per un'altra tappa del nostro tour

Ristorante "Venissa" isola di Mazzorbo

da questa foto si capisce quanto bassa possa essere in alcuni punti
 l'acqua della laguna....
miracolo, cammina sulle acque !

acqua bassa in laguna

siamo giunti a Sant'Erasmo, l'isola chiamata anche "Orto della Serenissima "
qui ci sono campi coltivati a frutteti e vigneti ed ortaggi (qui si coltivano le "castraure" , i famosi carciofi violetti)
qui abbiamo visitato proprio una cantina

quella del francese Michel Thoulouze
un simpatico signore di 72 anni  che ha scelto di
scappare dalla "civiltà" e dai suoi numerosi impegni lavorativi
(era il proprietario di Canal+)
si è rifugiato insieme alla moglie in questo angolo di paradiso preferendo
 la vita semplice di campagna.....

Isola di sant'Erasmo, cantina "ORTO"di Venezia

che qui in mezzo agli animali da cortile scorre tranquilla

Isola di sant'Erasmo, cantina "ORTO"di Venezia

Isola di sant'Erasmo, cantina "ORTO"di Venezia

Isola di sant'Erasmo, cantina "ORTO"di Venezia


Isola di sant'Erasmo, cantina "ORTO"di Venezia

Isola di sant'Erasmo, cantina "ORTO"di Venezia

 la produzione di "Orto" (solo 18.000 bottiglie)
 si fa conoscere sempre più sia in Italia che all'estero....
Prodotto con uve di Malvasia Istriana, Fiano d'Avellino e Vermentino
è Award come migliore vino bianco Alpe Adria 2017
la sua è l'unica cantina a Venezia

Isola di sant'Erasmo, cantina "ORTO"di Venezia


dopo qualche degustazione la nostra traversata si conclude a Lio Piccolo
in una antica corte ci aspettava la cena
"Gastronomia in barena"
preparata dallo chef  veneziano Daniele Zennaro grande conoscitore delle erbe spontanee
 spiegata da Gabriele Bisetto Trevisin
conoscitore della vita nelle barene
e accompagnata dal vino di Walter Nardin



 cena "Gastronomia in barena " a Lio Piccolo

il nostro delizioso ed apprezzatissimo menù

tacos venexiano con radicchio di Chioggia
lotregano in ceviche
finocchio di mare e portulaca 

 cena "Gastronomia in barena " a Lio Piccolo

focaccia con farina d'erbe di barena
semi e olio di zucca

 cena "Gastronomia in barena " a Lio Piccolo


sardine arrostite e misticanza di erbe
tarassaco,bieta selvatica, carletti (sclopit)
spinacio di mare
con olio di semi di canapa

 cena "Gastronomia in barena " a Lio Piccolo


minutina fritta con salsa di go ( ghiozzo)

 cena "Gastronomia in barena " a Lio Piccolo


tagliatelle con margarote
 (piccolissime vongole della laguna con la conchiglia bivalve a forma di cuore )
salicornia e fiori di malva


 cena "Gastronomia in barena " a Lio Piccolo


ecco la salicornia, un'alga che mi ha veramente entusiasmato
 e che presto userò per un mio piatto
(ho avuto la fortuna di trovarla anche qui a Trieste)
                                   
salicornia o asparago di mare


particolare e buonissimo il vino di Walter Nardin
"Nata Bianca"
un Incrocio Manzoni sui lieviti
11,5 vol.


Nata Bianca di Walter Nardin

perfetto per suggellare questa due giorni enogastronomica entusiasmante

grazie ancora a tutti !

40 commenti:

  1. Conosco questi luoghi della laguna , sono chicche che meritano di essere valorizzate . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  2. Ma che meraviglia O_O grazie x averci fatto scoprire questi angoli di paradiso!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia Chiara, grazie per questo bellissimo post! Posti incantevoli e un menù meraviglioso! Dolcissima giornata a te cara!😘❤

    RispondiElimina
  4. Une bien belle ballade. Un pays que je ne connais pas encore et que tu nous fais découvrir, région par région à chaque fois.
    Merci beaucoup.

    RispondiElimina
  5. Io lo scorso week end ho fatto Lido e Pellestrina...un week end spettacolare!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono posti splendidi, vero ? Grazie Mila

      Elimina
  6. What a wonderful post!! I loved traveling with you and the low lands with the greenery reminds me of some lands around the southern coast here. The dishes look amazing and I really enjoy seeing how they use the natural ingredients from the area. Wish I could taste the marvelous food!! Abbracci!!

    RispondiElimina
  7. Che giornata fantastica...e che luoghi stupendi....tanta nostalgia, io sono di origine veneziana e sento forte il legame con questa terra unica, davvero brava, oltre alla fortuna, ovviamente TANTO merito! Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Mamma mia, che avventure che fai. Tutto il cibo e i luoghi sembrano da sognare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, cibi e luoghi meravigliosi, grazie Linda !

      Elimina
  9. Angoli nascosti ma in quanto pare ritrovati e che belli e poi, i piatti sono favolosi !

    RispondiElimina
  10. Adoro la laguna. I piatti sono favolosi, sanno proprio di fresco e genuino. Incredibile quante cose belle e buone ci sono in Italia!

    RispondiElimina
  11. conosco bene mazzorbo è un posto bellissimo e poco frequentato grazie del reportage

    RispondiElimina
  12. Un bellissimo reportage, i miei complimenti! Un bacione :)

    RispondiElimina
  13. che meraviglia chiara. vuoi dire che ti vedremo alla tv???? :) veramente complimenti.
    la salicornia la usiamo tantissimo in grecia; e l'ho trovata l'anno scorso ai lidi di comacchio, pensa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no,io non ci sarò in tv, il servizio riguarda il ristorante e i piatti, grazie per essere passata !

      Elimina
  14. Un bell'articolo di giornalismo all'avanguardia. Ricco di contenuti e soprattutto attento all'ambiente. Poi guardo le tue foto dei piatti e vorrei essere li sul bragosso con buon cibo buon vino e un ballo... grazie!

    RispondiElimina
  15. Angoli nascosti e belli! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Che bello, per non parlare dei piatti. Adoro la salicornia.

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia!Venezia è il mio sogno nel cassetto e queste foto sono incantevoli e poi raccontano angoli e scenari nascosti ai turisti di massa!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  18. Che fortuna poter partecipare a questi eventi e assaggiare tutte queste bontà. Grazie per la condivisione, sempre gradita

    RispondiElimina
  19. Invidio questa tua meravigliosa esperienza! Grazie per averla condivisa con noi! :)

    RispondiElimina

I commenti anonimi non verranno pubblicati
Link attivi o inattivi di qualsiasi genere non saranno pubblicati
All ANONYMOUS comments and links will not be considered

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...