giovedì 22 febbraio 2018

Pane al Malbec e rosmarino

Pane al vino rosso e rosmarino


Dopo anni di tentennamenti mi sono decisa....Ho fatto il mio primo pane !



Faccio una premessa

Non ho il Bimby, non ho l'impastatrice
non ho il lievito madre e soprattutto non ho molta voglia di impastare a mano....
Detto questo devo riconoscere che le foto dei meravigliosi pani 
che quotidianamente vedo
nei blog delle mie amiche mi hanno sempre fatto invidia
siete bravissime !
L'altro giorno navigando qui e là ho letto una ricetta su un sito americano di pane
fatto  senza impastare 
l'ingrediente che aveva attratto la mia attenzione era il vino rosso
(Cabernet se non ricordo male)
avevo in casa una bottiglia di Malbec
vino di origine francese della zona di Bordeaux che si coltiva però anche in Veneto 
e in Friuli Venezia Giulia

Lo adoro perchè ha una morbidezza che mi ha conquistato
andava di moda anni fa ma poi venne soppiantato dal Cabernet Franc e dal Merlot
l'ho trovato per combinazione e adesso è diventato il mio rosso preferito
Ottimo con salumi e formaggi è perfetto anche per accompagnare piatti di carne e primi succulenti

Torniamo al pane, questa è la ricetta
 ho trasformato le misure americane in grammi ma non so se siano giustamente proporzionate
in poche parole mi sono buttata...


375 g di farina (io ho usato una farina tipo 1 macinata a pietra)
300 ml di acqua 
60 ml di vino rosso (io Malbec)
1/2 cucchiaino da the di lievito secco
2 cucchiai di rosmarino tritato
2 cucchiaini di the di sale
1 cucchiaio di olio evo
pepe nero q.b.



Setacciare la farina un una ciotola grande, aggiungere il sale, il pepe e il rosmarino tritato, mescolare. Scaldare alla stessa temperatura l'acqua e il vino, più o meno 25°. Dato che non me ne intendo affatto sono andata un po' a caso.....Sciogliere nell'acqua e vino il lievito ed aggiungerlo alla farina. Mescolare con le mani l'impasto quel tanto che basta ad amalgamare la parte secca a quella liquida. Risulterà un impasto molliccio, va bene così. Coprirlo con un canovaccio e lasciarlo lievitare 16 ore in un luogo tiepido. Dopo 16 ore (ho cominciato di pomeriggio e ho continuato la mattina dopo) ho staccato il bordo dell'impasto dalla ciotola cercando di capovolgerlo  per quanto possibile.Praticamente quello che stava sotto è finito sopra. Ho ricoperto nuovamente con il canovaccio e ho fatto lievitare ancora 2 ore. Dopo 1 ora e 1/2 ho messo in forno a 250° una cocotte con il coperchio, ho usato quella di coccio dove cucino il pollo. L'ho lasciata in forno vuota per mezz'ora. Quando l'ho tirata fuori dal forno, l'ho scoperchiata, l'ho unta di olio e vi ho adagiato l'impasto . Ho ricoperto e ho rimesso in forno per mezz'ora. Dopo mezz'ora ho tolto il coperchio e ho continuato la cottura per ancora un quarto d'ora. Conclusione: per essere il mio primo tentativo sono molto soddisfatta (la solita fortuna dei principianti) il pane è molto croccante all'esterno e dentro morbido,   perfetto per raccogliere intingoli , ottimo abbinato a salumi e formaggi,all'interno è scuro data la presenza del vino.Un difetto che ho riscontrato è che all'interno è rimasto un po' umido ma la cosa non mi ha dato fastidio, la prossima volta proverò ad allungare i tempi di cottura. Attendo consigli e critiche ....

82 commenti:

  1. wonderful bread !I love make bread. deliziosi :)

    RispondiElimina
  2. No, bastava tu lo estrassi dalla pentola e lo facessi asciugare sulla griglia per qualche minuto, secondo me. Sei stata bravissima Chiara, davvero. Per essere il tuo primo pane è favoloso. E poi l'idea di usare il vino, il rosmarino e il pepe. Un pane di sicuro, saporito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, mi è piaciuto molto, voglio riprovare con altri ingredienti fuori dal normale !Un bacione

      Elimina
  3. Bellissima ricetta!!! Molto invitante.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Il tuo primo tentativo mi sembra favoloso. Poi con il vino rosso è sicuramente da provare. Bravissima

    RispondiElimina
  5. Sei stata bravissima! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Sei stata bravissima Chiara , non sai cosa darei per poter assaggiare una fettina del pane al profumo di vino malbeck e rosmarino . Un ricetta davvero interessante , la voglio provare . Un abbraccio, buona settimana , Daniela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sappimi dire se lo fai Daniela, grazie per essere passata, un bacione !

      Elimina
  7. Congratulations!! It looks beautiful. And making bread can be a joy, if you have the time, but the no-knead bread now is such an easy method. I am going to make your bread as soon as we are home. I've never made bread using red wine. How very interesting!! Un abbraccio forte!! Brava, Chiara!

    RispondiElimina
  8. E hai fatto benissimo perchè questo pane oltre che essere bello è molto particolare! Chissà i prossimi, ora devi continuare :-) un bacione!

    RispondiElimina
  9. Ripeto anche qui, come primo pane ti è venuto molto bene, immagino che buon profumino con il rosmarino, sicuramente quando hai soddisfazione ti viene anche più voglia di rifarlo. Va molto bene anche senza lievito madre, il mio da poco se ne andato insieme alla mia mamma, ma in quanto si mangia poco pane ultimamente a casa mia, lo faccio anche con quello secco attivo, in quanto quello fresco ha la scadenza più breve. Vai avanti così, vedrai che ti innamorerai e lo farai più spesso. Un abbraccio e a presto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sapevo Andreea, ti faccio le mie condoglianze , un abbraccio forte !

      Elimina
  10. La tua premessa mi ha fatto davvero ridere 😅 Chiara... un po’ come dire: voglio essere sexy e tirata a lucido ma non ho voglia di togliermi la tuta e di truccarmi 😂. E.... quindi: come prima panificazione giustamente non hai scelto una ricetta facile e convenzionale 💪. Per essere il primo pane sei stata molto brava, anche perché l’alcool inibisce la lievitazione se aggiunto contestualmente al lievito (come hai fatto tu) quindi il risultato è molto buono! I consigli sarebbero troppi, uno solo quindi: Tempo e tanta lettura ovunque tu possa reperire info attendibili. Bacioni grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sto prendendo gusto ma resterà una specie di gioco, non ho il tempo per dedicarmi alla panificazione con troppa serietà, grazie per i tuoi consigli cara Simona, un bacione !

      Elimina
  11. Mi piace molto questa ricetta che mette nell'impasto il vino rosso che da secondo me anche un ottimo profumo

    RispondiElimina
  12. Che bello!!! Devo dire che ti sei buttata bene...Anche io mi sono lanciata in un pane e, devo dire sono molto contenta del risultato...il tuo deve essere buonissimo: l'aspetto nn inganna..un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Non sono un'esperta, ma a me sembra venuto bene. Brava!

    RispondiElimina
  14. bravissima Chiara, che bello che sei riuscita a rompere il ghiaccio con il pane fatto in casa :) viste le premesse, sono sicura che ci prenderai gusto e questo sarà il primo di una lunga serie. il pane senza impasto poi è davvero comodissimo oltre ad essere molto buono e il tuo sicuramente particolare. mi incuriosisce tanto l'abbinamento. un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie carissima Federica, continuerò a cercare ricette di pane facili e poco laboriose, sono pigra.....Un bacione

      Elimina
  15. Ma veramente complimenti! per essere la prima volta hai fatto un pane stupendo e mi auguro che sia il primo di tanti! La ricetta intriga anche me e ti dirò che il Malbec mi garba molto. Un bacio

    RispondiElimina
  16. Beh per essere la tua prima ricetta di pane fatto in caso è andata alla grande, con il vino non l'avevo mai visto complimenti Chiara

    RispondiElimina
  17. Come te non ho il bimby (e nemmeno aspiro ad averlo), non ho neanche l'impastatrice e nemmeno il LM. Però, mi piace impastare, lo sai. Detto ciò il tuo pane è perfetto. Direi proprio: "Buona la prima!" Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. What a delicious bread, Chiara! I love the rosemary added! A kiss, Roz

    RispondiElimina
  19. Ti sei butata e hai avuto successo! Brava Chiara. Vorrei una fetta, con del formaggio e un bichiere di vino. Sei a casa adesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sono a casa anche se vorrei scappare per un po' !

      Elimina
  20. Un pane rustico e profumato, bravissima!!!

    RispondiElimina
  21. Eccolo qui, il tuo primo pane! Bisogna brindare... ;-) Hai fatto bene a lanciarti, vedi che nulla è impossibile? La soddisfazione di mangiarlo è grande, è frutto delle tue mani ed è una creazione bellissima, come ogni lievitato... più impasti, più sale il piacere, ti fidi di me? Ho iniziato anch'io da zero, qualche anno fa, mi sembrava una montagna alta da scalare ma quante molliche da spargere poi sulla strada... brava, porto chutney o formaggi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chutney , formaggi, salumi sono perfetti con questo pane, ti aspetto !

      Elimina
  22. Congratulations on making your first bread, Chiara! I've never tried using wine in bread but I would love to try this method. Warm hugs, Dear ;)

    RispondiElimina
  23. Per aver idratato tanto, il pane ti è venuto davvero buono...trucchetto che mi hanno insegnato per vedere se è ben cotto anche all'interno: Sollevalo con un canovaccio e fallo risuonare battendo con le nocche della mano. Ti accordi da rumore secco se è cotto o no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho avuto fortuna, vedremo cosa combinerò la prossima volta !

      Elimina
  24. Mi è venuta in mente una torta che fanno a Pavia con il vino rosso, ci sta bene nell'impasto il vino, un gran bel pane, complimenti

    RispondiElimina
  25. ti sei buttata, alla grandissima!!! non conoscevo questo tipo di pane ma proverò senz'altro anch'io ad aggiungere del vino rosso all'impasto!! bravissima!!

    RispondiElimina
  26. Bravissima Chiara, ti sei buttata e il risultato ti ha premiato....un pane molto particolare che mi intriga molto!!!
    Baci

    RispondiElimina
  27. Bellissimo pane Chiara 😍 complimenti🤗

    RispondiElimina
  28. Non male come primo tentativo. Ti diro' che neanche io faccio il pane molto spesso.. anzi molto di rado. Faccio la pizza una volta la settimana a mano. Niente Bimbi o impastatrici a casa mia.. mi piace impastare a mano e poi si fa in un attimo. Sento il profumo.. una bella soddisfazione vero?

    RispondiElimina
  29. Dear Chiara, I love homemade bread! I love the smell of the yeast and the whole process. It is quite satisfying. This bread is very interesting with the red wine. I bet you enjoyed it. Have a beautiful weekend. xoxox Catherine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. thank you Catherine, have a nice weekend, xoxo

      Elimina
  30. Allora questo pane è davvero bellissimo. ANch'io non uso impastatrice o altro ma sono tentata anche se impastare a mano è davvero speciale. Buona serata cara

    RispondiElimina
  31. Ahhh bè.. per essere la tua prima volta t'è venuto proprio bene!!!! Mi stuzzica l'idea del vino rosso... baci e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  32. Che brava Chiara, è davvero invitante, si sente la fragranza attraverso il monitor, complimenti! un forte abbraccio

    RispondiElimina
  33. Complimenti è venuto perfetto e con un'ottima alveolatura, e poi l'idea di utilizzare il vino rosso e il rosmarino devono avergli dato un sapore unico!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  34. Direi che il risultato non è niente male :-)

    RispondiElimina
  35. che bello il tuo pane, con tanti bei buchi di alveolatura! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  36. un pain réussi ça ne peut être que bon bravo
    bonne soirée

    RispondiElimina
  37. Une recette très originale. Ce pain doit être très bon. Bravo.
    A bientôt

    RispondiElimina
  38. Ultimamente ho trascurato la panificazione, attività che, fino a poco tempo fa, praticavo di frequente. Questo pane particolarissimo e assolutamente perfetto mi ha fatto tornare il desiderio di mettere le mani in pasta.
    Baci,
    MG

    RispondiElimina
  39. Mi sembra comunque che ti sia venuto bene!!! E poi è sicuramente fuori dagli schemi!!!
    Complimenti

    RispondiElimina

policy privacy https://www.ideepercomputeredinternet.com/p/politica-dei-cookie.html
Chi desidera commentare su questo sito potrà farlo solo se è un utente collegato all'Account di Google. Quindi dovrà essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile; ciò potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.

Link attivi o inattivi di qualsiasi genere non saranno pubblicati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...