martedì 30 giugno 2015

"Antico Panada " a pranzo dal mio maestro di cucina....

Trieste

Il mio corso di Tecnico del Catering comprendeva due periodi di stage e io ho scelto fra le varie proposte, di andare a frequentarli in uno dei ristoranti più prestigiosi di Trieste affacciato su Piazza dell'Unità, lì era chef Guido Sciucca,l'ho ritrovato, tanti anni dopo, al timone del  Ristorante "Antico Panada" ,quante risate a ricordare quei bei momenti trascorsi insieme, in cucina si lavorava sodo certamente ma si ascoltava anche musica e ci si divertiva a fare qualche scherzo alle novizie del corso fra cui io, come quella volta che mi chiusero per un pò (mi sembrò un'eternità) nell'enorme cella del fresco, quella senza maniglia all'interno !Oggi nella sua cucina non sono entrata, non si sa mai.......

domenica 28 giugno 2015

Gnocchi Master con asparagi pancetta e scaglie di pecorino


gnocchi di patate Master

Sembrano quelli fatti in casa, passati ad uno ad uno sulla grattugia, vero? Invece no,nessuna fatica per farli , solo la soddisfazione di condirli come più ci piace e mangiarli tutte le volte che ne abbiamo voglia ! Chi mi ha dato una mano in cucina è Master un'azienda di Vedelago,in provincia di Treviso. La linea Master comprende gnocchi e chicche di patate classici ma anche gnocchi particolari che uniscono alle patate fresche la farina di kamut o quella di farro,inoltre ci sono gnocchi con spinaci, con i funghi o con il radicchio. Mi hanno inviato delle confezioni di gnocchi di patate cotte a vapore " Mamma Emma " e io li ho cucinati e poi conditi con una sugo semplice ma molto gustoso. Mi hanno conquistata per la loro morbidezza, sembrano proprio fatti in  casa !


giovedì 25 giugno 2015

Blogs Got Talent ! (139)

Blogs Got Talent !

Oggi sono particolarmente emozionata perchè il viaggio per raggiungere la cucina della blogger di questa settimana è piuttosto lungo, andiamo negli Stati Uniti, e più precisamente nel South Carolina, in un  paese che si chiama Abbeville.....anche se non avete rinnovato il passaporto  venite con me, Roz ci aspetta !


martedì 23 giugno 2015

" La Pironada "a Barcola una forchettata di sapori....

La Pironada

Quasi tutti i triestini parlano in dialetto, siano laureati o meno, lavorino in posti di prestigio o anche no sempre e con chiunque sfoderano il nostro idioma, spesso  si creano con i turisti situazioni comiche che non vi racconto.... Nel nostro dialetto "la pironada" significa la forchettata (  da piron,  forchetta ) e  riferita al nome di questo simpatico locale direi che è proprio azzeccata.Sulla riviera di Barcola, luogo preferito dai triestini sia per una passeggiata in qualunque stagione dell'anno perchè a pochi metri dal mare sia per fare una bella nuotata o prendere il sole  in estate ,la trattoria "La Pironada" offre una piacevole terrazza ombreggiata dove gustare piatti semplici ma ricchi di sapore.

La Pironada


La Pironada


La Pironada

 come si fa a resistere quando viene portato il tavola un antipasto così ricco? Canestrelli, capesante, sautè di cozze , carpaccio di tonno , alici marinate e baccalà mantecato da spalmare sul pane ....


La Pironada antipasto misto

ecco dove entra il campo la pironada....un piatto di ottimi spaghetti alle vongole, rigorosamente in bianco e al dente
La Pironada spaghetti alle vongole

e delle linguine allo scoglio altrettanto saporite


La Pironada linguine allo scoglio

quando sono nel menù non rinuncio mai ai nostri sardoni barcolani doc, quelli pescati nel golfo a pochi metri da qui, pesce assolutamente unico, si tratta di alici (o acciughe) ma quelle nostrane sono ben più paffute e saporite di qualunque altra varietà simile che nuota nel nostro mar mediterraneo, di questo prodotto noi triestini andiamo molto fieri e quando lo proponiamo ai turisti sappiamo in anticipo che ne andranno matti !
sardoni barcolani impanati

che dire ancora se non che qui, da Diego e Fabia, il conto non sarà mai un salasso e che ritornerete volentieri?



sabato 20 giugno 2015

un libro...una ricetta...(9) " I segreti della tavola di Montalbano " Polpette di polipetti

un libro...una ricetta...


I segreti della tavola di Montalbano

Il leone verde Edizioni

Alzi la mano chi, almeno una volta , ha guardato in tv le avventure del commissario più famoso d'Italia...Mamma mia quanti siete ! Io sono una fan sfegatata di Luca Zingaretti e del personaggio che interpreta da tanti anni  ma  soprattutto di Andrea Camilleri ,uno scrittore siciliano che ammiro sia per il suo stile inimitabile  che per il suo lato umano.Sono stata in Sicilia a visitare i luoghi dove sono stati girati gli episodi della famosa serie,Ragusa Ibla, Scicli, Marinella dove sulla spiaggia si trova la sua casa(trasformata in un b&b), Santa Croce Camerina, Scoglitti, luoghi che ho nel cuore ; ho comperato i libri scritti sia da Camilleri che da altri autori ,tutti trattano  il "Fenomeno Montalbano ",in ogni sua forma ,tra questi un paio  di cucina e ricette, non dimentichiamo che il Commissario ha sempre un "pititto lupigno" che gli fa apprezzare sia la cucina casalinga che gli viene preparata con solerzia e  devozione dalla sua  "cammarera"  Adelina, sia quella più professionale dei ristoratori Calogero ed Enzo che tanto si dedicano a lui ed esaudiscono al volo i suoi desideri gastronomici,mangiare per Montalbano è un'arte silenziosa, chi disturba con le chiacchiere il suo desinare non credo potrà sedersi con lui a tavola una seconda volta ....Da questo simpatico libro di Stefania Campo  ho scelto una ricetta che fa parte del menù di Calogero ed Enzo, anche stavolta vi parlerò di polpette, sospetto che sarete molto interessate....Tra parentesi le mie piccole variazioni

martedì 16 giugno 2015

Cake con ciliegie e buttermilk

cake con ciliegie e buttermilk

Le ciliegie mi ricordano la mia infanzia quando con mia madre giocavamo a chi faceva più velocemente il nodo ai piccioli...Che ci vuole direte voi...Noi però il nodo lo facevamo in bocca senza usare le mani per aiutarci !A distanza di tanti anni quando arriva la stagione delle ciliegie sono pronta a rispolverare il vecchio giochetto della mia infanzia, che risate !Questo facile dolcetto è fatto con  con mandorle tritate grossolanamente per dare quella nota croccante e con il buttermilk che invece aggiunge morbidezza, un insieme molto piacevole, buona settimana a tutti !

domenica 14 giugno 2015

Pesto ai semi di girasole con rucola e basilico

pesto di semi di girasole con rucola e basilico

Da quello classico ligure a quello più estroso, amo il pesto in tutte le sue declinazioni, ho assaggiato questo e mi è piaciuto molto,seguitelo alla lettera e resterete sorprese ! Potete usarlo per condire la pasta (anche in versione fredda estiva) o semplicemente accompagnarlo con crostini o grissini, dimenticavo....il miele è indispensabile !


giovedì 11 giugno 2015

Blogs Got Talent ! (138)



Blogs Got Talent !

Oggi siamo ospiti di una blogger messinese che però vive a Milano. Annalisa ha vissuto nella sua meravigliosa isola fino a 26 anni, si è trasferita poi nella metropoli lombarda per amore e per lavoro.E' laureata in lingue e letterature straniere e lavora in un'azienda che tratta i temi della social e digital transformation, argomenti molto attuali, vero?E' sposata con un uomo che condivide la sua passione per la cucina ed ha due splendidi bimbi che  amano pasticciare ai fornelli e termini come chantilly e finger food sono entrati già nel loro parlare quotidiano. Annalisa è appassionata in particolare di pasticceria e da quando ha iniziato a lavorare nel suo blog anche di food photography perchè l'immagine del piatto proposto è il biglietto da visita con il quale ci si presenta ai propri lettori. Un'altra passione la assorbe nei momenti liberi, ama scrivere e il suo sogno è di poter pubblicare un giorno le sue storie....Per presentarvela ho scelto una ricetta molto fresca ed estiva, passate a trovarla, noi ci ritroviamo presto....
.

mini polpettoni di tonno capperi e patate


martedì 9 giugno 2015

Melanzane al forno con fregola sarda peperoni e feta

melanzane al forno con fregola sarda peperoni e feta


Ingolosita da diverse ricette con la fregola sarda pubblicate da amiche blogger ho pensato ad un piatto unico prettamente estivo, ormai il caldo è arrivato (e prima che cambi idea) ecco qui una versione di melanzane ripiene, facile e gustosa....

domenica 7 giugno 2015

un libro...una ricetta...(8) " Avanzi Popolo " Sformato di formaggi, prosciutto cotto (o arrosto) e pane raffermo

un libro...una ricetta...

Oggi si parla di avanzi nella  ricetta che ho scelto di proporvi. E' tratta da un libro molto interessante per chi, come me, non ama sprecare il cibo di frigo e dispensa.L'autrice è Letizia Nucciotti la stessa che tempo addietro scrisse con molto successo "L'Antichef ".In "Avanzi Popolo" si parla di cucina, di come riciclare degli avanzi mai divenuti degli scarti,spesso creati apposta per poi cimentarsi in qualcosa di nuovo e sorprendente....Si raccontano storie e si scrivono consigli , lo sfondo è quello della magnifica Toscana,l'atmosfera  in particolare di Saragiolo una frazione di Piancastagnaio , sul versante senese dell'Amiata.



Avanzi Popolo

edizioni Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri



Sformato di formaggi,prosciutto cotto (o arrosto) e pane raffermo

(tra parentesi le mie varianti)

12 piccole fette non troppo spesse , 1 cm circa di pane raffermo (ho usato una maggiore quantità e le fette non erano regolari ma spezzettate )
2 uova (3 uova)
1/2 litro di latte (ne ho usato meno circa 300 ml. )
mozzarella o formaggi freschi misti (io mozzarella di bufala)
prosciutto cotto (ho usato Prosciutto Praga più gustoso)
sale e pepe a piacere
burro per ungere la teglia
olio (non l'ho usato)
2 cucchiai di Parmigiano grattugiato

Si sbattono le uova salate e leggermente pepate e si aggiunge il latte incorporandolo bene( Usando meno latte e più uova il miscuglio è più consistente)
Si imbevono con questo liquido 6 delle fette del pane disponibile(io metà del mio quantitativo)prima di disporle a formare uno strato uniforme sul fondo di una piccola(la mia era media) pirofila imburrata
Si distribuisce sopra al pane uno strato sottile ed uniforme di mozzarella o di formaggi a piacere
Si aggiungono fettine sottilissime di prosciutto cotto, anche ritagli, ma sempre a fettine e non a cubetti
Si chiude con un secondo strato di bane ben imbevuto di latte e uovo
si finisce spolverando la superficie con il parmigiano grattugiato e un filo d'olio(io non l'ho usato)
a piacere si possono aggiungere altri fiocchetti di mozzarella(io fiocchetti di burro)
Si passa al forno a 180° per 15-20 minuti prima di servirlo caldissimo, croccante in superficie e filante all'interno

mercoledì 3 giugno 2015

un libro...una ricetta... ( 7 ) " Le memorie di Pré Michele " facezie e ricette di un prete goloso Polpette di Sant'Odorico

un libro una ricetta

La ricetta di oggi è tratta da un romanzo che ho comperato nel corso della mia recente gita nella zona del Prosecco. Il romanzo inizia così : "Si va a cominciare, ovvero a narrare della mia vita, del mio amore per Dio e della passione per il cibo", chi si descrive così è Michele Soravìto un prete vissuto nel 1488 , la sua ingordigia gli costò un trasferimento coatto in Carnia, in un  paesino di nome Cesclàns,qui tra una messa e un sermone si dedicava alla sua grande passione...mangiare... L'autore di questo divertente romanzo è Paolo Morganti che tra una facezia e l'altra del simpatico e rubicondo  pretone  annota con cura numerose ricette . Quella che ho scelto di riprodurre fa parte del  quarto  capitolo "come scoprii che, per occupare il mio tempo nel migliore dei modi quando fuori piove, oltre alle ore di breviario e di preghiera mangiare polpette potrebbe essere un bene per il corpo e per lo spirito", la riporto integralmente come scritta dall'autore e la consiglio, è deliziosa !


" Le memorie di Pré Michele " di Paolo Morganti

Morganti editori


polpette di Sant'Odorico


Polpette di Sant'Odorico

ingredienti :

200 g di carne di vitello
200 g di carne di maiale
200 g di carne di manzo
1 uovo
50 g di pane
latte
sale, pepe nero
prezzemolo
50 g di formaggio tenero (io ho usato Asiago)
1/2 spicchio di aglio tritato (mia aggiunta)
farina q.b. (mia aggiunta)

Ho mangiato queste stupende polpette un giorno che, con il mio amico Martino, stavo andando a Spilimbergo. Ricordo che implorai lo speziale di fermarsi, perchè stavo svenendo dalla fame.Ci fermammo nel paese di sant'Odorico, in una locanda che si chiama " al buon Viandante ". Mi resi subito conto che eravamo entrati nel tempio dedicato al dio della polpetta! Ce ne servirono una montagna, accompagnandole con del buon vino rosso schietto che le fecero andare giù che era un piacere.Non potei esimermi dal chiedere la ricetta alla cuoca, un'arzilla vecchina di nome Prassède.Eccola qua. Dunque, tritate insieme tutte le carni e mettetele in una ciotola capiente insieme all'uovo. Aggiungete il pane(meglio usare quello avanzato dal giorno prima), che avrete lasciato ad ammollare nel latte, avedo però l'accortezza di strizzarlo, per non fare popette troppo molli. Mettete poi una spruzzata di sale, una macinata di pepe , (l' aglio) e del prezzemolo tritato.A questo punto , formate delle polpette, mettendo al centro di ognuna un dado di formaggio.Rotolate le polpette nella farina e cuocetele  in metà burro e metà olio, fino a quando avranno preso colore e il formaggio nel loro cuore si sarà sciolto.Che il piacere per la gola abbia inizio ! Lo so, Dio mi punirà, per questo.....

martedì 2 giugno 2015

Enoteca " L' Etrusco " brunch domenicale in Cittavecchia

Cittavecchia a Trieste

Trieste offre scorci affascinanti e ricchi di sorprese, c'è in Cittavecchia un posticino che propone oltre a pranzi e cene sfiziose in stile toscano un goloso brunch domenicale che voglio segnalarvi...

enoteca L'Etrusco

al timone  ci sono Alberto e Caterina

Alberto e Caterina dell'enoteca L'Etrusco


il locale si è da poco trasferito pochi metri più distante da dove era originariamente, gli interni   sono arredati in stile rustico elegante  e ricordano, data la conformazione triangolare, la prua di una nave, presto ci saranno molti tavolini per poter mangiare all'aperto nella tranquillità di questo caratteristico quartiere triestino, centrale ma lontano dal traffico


enoteca L'Etrusco

il mio tavolo preferito

enoteca L'Etrusco

la domenica si offre un brunch dolce/salato dalle 11 alle 16

enoteca L'Etrusco brunch domenicale


enoteca L'Etrusco


enoteca L'Etrusco


enoteca L'Etrusco


enoteca L'Etrusco


enoteca L'Etrusco


enoteca L'Etrusco


enoteca L'Etrusco

 gradite due crostini con salsiccia e stracchino ? Io non ho resistito .....

crostini salsiccia e stracchino

queste ed altre prelibatezze sono servite sempre con garbo e professionalità , fuori Cittavecchia con i suoi caratteristici vicoli vi aspetta per quattro passi...

 Trieste Cittavecchia arco di Riccardo


 Trieste Cittavecchia


è domenica, rilassatevi.....

 Trieste Cittavecchia

Enoteca " L'Etrusco"
via Capitelli, 7/B
tel. 3480058940
TRIESTE
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...